Tutto sulla pillola dell’aborto

La pillola abortiva si riferisce al farmaco che viene utilizzato terminare la gravidanza. C’è chi confonde una pillola abortiva con una pillola contraccettiva d’emergenza. Questo non è il caso. E ‘meglio che si ottiene i vostri dubbi risolti in modo che si prende la giusta precauzione. Si consiglia inoltre di parlare con un esperto di Prolesan Pure per aiutare con la perdita di peso.

Quando dovresti prendere la pillola dell’aborto? 

La pillola abortiva viene utilizzata per interrompere una gravidanza. Può essere preso nelle prime 10 settimane dopo la LMP. Ciò significa che si può prendere la pillola di aborto fino a circa 2 mesi dopo il primo giorno che avete il vostro ultimo periodo. Se, tuttavia, sono oltre 10 settimane di gravidanza allora sarà necessario andare per una procedura chirurgica per ottenere abortito. Questo perché dopo 10 settimane l’embrione è ben sviluppato e i farmaci non possono aiutare a terminare completamente la gravidanza.

Le pillole per l’aborto sono efficaci?

La pillola abortiva è efficace e fallisce poco più del 5% del tempo. Se si prende la pillola all’inizio della gravidanza, allora è più probabile che abbia successo nel terminare una gravidanza.

Il funzionamento della pillola abortiva

È importante che tu capisca il processo in cui la pillola abortiva lavora per avere una conoscenza informata che ti permetterà di prendere una decisione migliore. Quando si decide di ottenere un aborto fatto allora il medico discuterà le opzioni con voi e vi dirà circa le risorse disponibili.

Si dovrà passare attraverso un colloquio di storia medica, qualche lavoro di laboratorio e poi un esame fisico.

Avrete bisogno di prendere un Mifepristone. Questo è il farmaco che aiuta a bloccare l’attività del progesterone nel vostro corpo. Il progesterone è un ormone della gravidanza che è necessario per l’utero per sostenere la gravidanza. Mifepristone non lascia che il progesterone nel corpo venga riconosciuto dall’utero. Questo fa sì che il rivestimento uterino si rompa e termini la vita dell’embrione.

Nel prossimo passo, si dovrà prendere Misoprostol. Questo farmaco permette all’utero di espellere e contrarre l’embrione, il sacco embrionale e il rivestimento uterino. Permette al bambino in via di sviluppo di essere espulso. Ci vogliono 24-48 ore per completare il processo. Durante questo processo, si verificherà sanguinamento pesante e crampi.

Dopo la seconda fase, si dovrà tornare alla clinica due settimane più tardi. Questo è un esame generale per verificare che l’aborto abbia avuto successo o meno. È importante non saltare questo passaggio perché nel caso in cui l’aborto non fosse completo o se alcune parti sono state lasciate indietro allora questo potrebbe portare a un’infezione.